Follow by Email

martedì 13 agosto 2013

Istria, buoni i bianchi

Eccoci di ritorno dalla settimana in Croazia, consiglio a tutti di alloggiare alla locanda TRI SIRCA, della piccola cittadina di Funtane, poco a sud di Parenzo.

Cucina casalinga, servizio molto cordiale e veloce, pesce freschissimo (sono pescatori) e anche ottimi piatti di carne, come i cevapcici e il maialino allo spiedo!
Inoltre sono molto bravi a distillare, hanno il nocino fatto in casa e un liquore ottenuto dalle olive di un albero secolare (dolce, veramente adatta a fine pasto), andate che merita....

L'Istria è anche una bella regione vinicola, terra rossa, con vigneti a basse rese per ettaro e cura quasi maniacale delle piante.

Ancora non posso dire a mio giudizio che i vini ROSSI che offrono in questa regione siano comparabili a quelli italiani, ma hanno un buon TERRAN, fruttato e con riflessi porpora, giovane ma già ad alto tasso alcolico (13.7% !); non ho assaggiato il loro PLAVAC MALI, ma in passato mi era già capitato e non ne ero rimasto particolarmente colpito (al 300 x 100 a Susegana).
Personalmente ho molto apprezzato una MALVASIA ISTRIANA, aromatica, con mineralità salmastre, erbe aromatiche e secche (fieno), corpo pieno, fresca.
Ho acquistato anche un PROSEC, che qui non è un metodo CHARMAT, bensì un vino dolce, in conflitto recentemente con il nostro più venduto PROSECCO. Lo assaggierò e ne parlerò in un futuro post.