Follow by Email

mercoledì 2 luglio 2014

Moscato di Noto - rarissimo passito siciliano

Devo ringraziare Giancarlo per la possibilità che ci ha concesso ieri di assaggiare un vino tanto raro quanto sorprendente, il MOSCATO di NOTO (annata 2010), azienda Rio Favara (http://www.riofavara.it/it).

Questo nettare è prodotto da pochissime aziende solamente in provincia di Siracusa, da uve Moscato bianco (e moscatella in questo caso, scrive il produttore).

Dal sito dell'azienda
Nel bicchiere, constatata la rassicurante brillantezza e la buona consistenza (per tipologia), abbiamo notato che aveva sorpassato le note ambrate, sfociando in note terrose di ocra arancio scuro.

Immediatamente al naso si percepiva che sarà stato un assaggio importante, ventaglio caleidoscopico di sensazioni non immediatamente riconoscibili, andavano scoperte pian piano con l'aprirsi del bouquet.

Sensazioni marine, quasi di alga (non è un difetto!), anche se vogliamo terrose, balsamici effluvi di eucalipto, tabacco biondo, petit four e agrumi canditi, albicocche e datteri disidratati, ma soprattutto una leggera ma sempre presente sensazione resinosa.

Grandissimo equilibrio nell'asse acido-zuccherino (80 gr/litro di zuccheri residui), assaggio di un'armonia commovente e evocativa, finale lungo, raccontava immagini di spiaggia al tramonto, seduti a fianco della persona amata e pregustando in anticipo i bei sogni che verranno!