Follow by Email

mercoledì 27 novembre 2013

Pranzo "didattico", Friuli, Marche e... Tennessee! :-)

Pomeriggio in Friuli con amici, è sempre un piacere andare nelle zone del LISON, e cerco se posso di fare visite anche alle cantine, ieri però siamo andati a pranzo e abbiamo voluto assaggiare un prodotto tipico delle marche, la LACRIMA di MORRO d'ALBA.
La LACRIMA DI MORRO D'ALBA

Colore non trasparente, rubino ma impenetrabile e limpido, sensazioni vanigliate e tostate, come se avessero un po' ecceduto con il legno, buona frutta verso il terziario e nel complesso un vino di medio corpo.

Bell'abbinamento con il pasticcio di lasagne, un po' meno con il polpettone ripieno con l'aggiunta di formaggio CHEDDAR arancione!

Vera rivelazione della serata, un Wyskey invecchiato, STUPENDO in bocca, perfettamente levigato, sensazioni caramallate e di vaniglia, date dalla "single barrel" cioè una botte di rovere specificatamente scelta per il suo invecchiamento, contrariamente a quelli che di solito si assaggiano, aggressivi e legnosi... 
Per quelli come me che non amano le durezze eccessive dei wiskey d'oltremare, dico serenamente ASSAGGIATELO, anzi centellinatelo con calma. (si farà pagare 45/50 euro e tuttavia non è molto...)